follia sul web

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

follia sul web

Messaggio Da clarisweb il Mer Mar 12, 2014 12:36 pm

La sfida a ubriacarsi sul web ultima follia tra adolescenti

«Sono stato nominato». Poi il ragazzo, avrà quindici-sedici anni, beve una bottiglia di birra alla goccia. In meno di dieci secondi. Lo sguardo, alla fine, è già come annebbiato dalla “fatica” alcolica. Segue il proclama: «Nomino Andrea e Mattia, dovete farlo entro dopodomani».

Il video si trova su Facebook ed è uguale a tanti altri. Praticamente una sfida alcolica, tutta consumata via web. L’alcolismo in versione “selfie”, un mix di esibizionismo e tristezza solitaria. Il gioco si chiama “Neknomination” ed è poco più di una moda, arrivata dall’Inghilterra (il riferimento del nome è al collo di bottiglia). Sino a qui.

L’allarme sulla diffusione di questo fenomeno tra i più giovani arriva dal Centro di alcologia ligure del professor Gianni Testino. Che è sì un centro medico, ma anche un riferimento in qualche maniera culturale della battaglia all’alcolismo, soprattutto a quello giovanile.

«Il giochetto delle “nomination” è arrivato anche a Genova - conferma Testino - le segnalazioni mi sono arrivate da un paio di genitori che hanno sorpreso sui computer dei loro figli le “sfide” di altri ragazzi, compagni di scuola oppure di attività sportive. È chiaro che si tratta di una moda poco sana e potenzialmente pericolosa, si inserisce in quel filone del bere “secco”, con l’obiettivo di ubriacarsi il prima possibile e non di godersi il sapore di ciò che si beve, che purtroppo abbiamo importato da tempo nelle abitudini dei giovani».

Già, perché riesce difficile capire che gusto ci possa essere a bere tutto d’un fiato un alcolico soli, davanti alla videocamera del telefonino. «È chiaro che c’è una dinamica della “sfida” a bere, dell’accettazione del gruppo che nell’adolescenza può fare molta presa. E quelle che magari una volta erano le prime “sbronze” con gli amici e di nascosto adesso vengono sparate su internet ai quattro venti, come catene di Sant’Antonio».

Se in Italia la «moda» è appena scoppiata, in altri Paesi, come Inghilterra, Stati Uniti e Irlanda, questo gioco ha già fatto le sue vittime. Almeno 5 ragazzi, tutti sotto i 30 anni, sarebbero morti dopo aver partecipato a questo gioco, tanti altri sono finiti in ospedale in coma etilico.

avatar
clarisweb
ADMIN
ADMIN

Femminile
Numero di messaggi : 5838
Forum : [table border=\\\"2\\\"; bordercolor=green][tr][td]Arcobaleno[/td][/tr][/table]
Data d'iscrizione : 07.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum