ANAGRAFE DIGITALE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ANAGRAFE DIGITALE

Messaggio Da clarisweb il Mer Gen 14, 2015 10:59 am

Nuova anagrafe digitale, nazionale e con indirizzo di posta certificata. Al via il progetto
13/01/2015 - Un'unica anagrafe nazionale, digitale, al posto delle attuali 8048 presenti in ogni comune italiano. L'obiettivo è di creare una banca dei dati anagrafici dei cittadini centralizzata, in grado di dialogare con gli altri data base di rilevanza nazionale e regionale "in modo che le informazioni di anagrafe, una volta rese dai cittadini, si intendano acquisite dalle pubbliche amministrazioni", evitando duplicazioni.

L'Anagrafe unica della popolazione residente, infatti, consentirebbe infatti di eliminare gli adempimenti a carico dei cittadini in caso di variazione dei dati anagrafici e di stato civile, con riduzione dei tempi e dei costi per gli utenti e risparmi di risorse per le amministrazioni.

Non si parla solo dei classici riferimenti anagrafici come nome, cognome, codice fiscale, sesso, stato civile, data e luogo di nascita ma anche di posta elettronica certificata, che ogni cittadino potrà usare per comunicare con la Pubblica amministrazione.

Il governo dovrà procedere rapidamente se vuole completare la riforma entro dicembre 2015. Ma i primi dettagli per il completamento dell'operazione si trovano nel il regolamento pubblicato nella Gazzetta Ufficiale datata 8 gennaio. Il ministro della Pa Marianna Madia, titolare del progetto, lo ha definito, insieme al Pin unico, "lo strumento portante dell'Agenda per la semplificazione".
Il nuovo sistema per accedere ai servizi della Pa (ma anche dei privati) si chiamerà Spid, Sistema Pubblico di Identità Digitale e permetterà con una sola 'chiave' di accedere ai diversi servizi web della pubblica amministrazione. Un sistema di credenziali informatiche uniche e interoperabili che consentono al loro utente di accedere a tutti i siti e servizi offerti dalla PA italiana e, in prospettiva, europea

preso da:http://www.quifinanza.it/9087/tasse/nuova-anagrafe-digitale_nazionale_indirizzo_posta_certificata.html?refresh_ce

qualcuno una volta disse: prima dovevano fare gli italiani e dopo l'Italia
adesso io dico: prima dovevano fare un Europa funzionante e poi sti cavoli di collegamenti e poi poi poi poi in una italia piena di persone anziane che non sanno usare il pc a cosa gli serve la posta certificata?
il mio pensiero e che tutti sti cervelloni di collegamenti tolgono la praivacie non solo quella, ma anche la libertà


avatar
clarisweb
ADMIN
ADMIN

Femminile
Numero di messaggi : 5838
Forum : [table border=\\\"2\\\"; bordercolor=green][tr][td]Arcobaleno[/td][/tr][/table]
Data d'iscrizione : 07.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum